Cambi di residenza o indirizzo

 

Breve descrizione del servizio:
La richiesta di variazione dell’indirizzo all’interno del Comune di Fidenza o la richiesta di residenza per chi proviene da altro Comune o dall’estero può essere fatta dall’interessato o da un componente maggiorenne della famiglia, anche per conto degli altri, attraverso la compilazione dei moduli di seguito allegati:

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d’identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono obbligatoriamente sottoscrivere il modulo.

Attenzione! La modulistica è stata modificata per effetto della circolare del Ministero dell’Interno n. 14 del 06.08.2014 che, in applicazione dell’art. 5 del D.L. 28.03.2014 n. 47 convertito nella Legge 23.05.2014 n. 80 (Lotta all’occupazione abusiva di immobili) introduce l’obbligatorietà di acquisire in sede di dichiarazione anagrafica le informazioni relative al titolo di occupazione dell’immobile presso il quale l’interessato ha fissato la propria dimora abituale (proprietà, locazione o altro).

Documenti da allegare:

Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

Il cittadino di Stato non appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell’Allegato A).

Il cittadino di Stato appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell’Allegato B).

Modalità di presentazione della richiesta:

I moduli completi di tutti gli elementi essenziali possono essere presentati a Punto Amico con le seguenti modalità:

  • raccomandata
  • fax al numero 0524.517315 (richiesta scansionata con firma autografa + copia documento di identità del sottoscrittore)
    e-mail all’indirizzo residenze@comune.fidenza.pr.it (richiesta scansionata con firma autografa + copia documento di identità del sottoscrittore)
  • PEC all’indirizzo protocollo@postacert.comune.fidenza.pr.it (dichiarazione con firma digitale, autore identificato tramite C.I. elettronica esclusivamente con PEC)
  • personalmente presso lo sportello di Punto Amico previo appuntamento da richiedere negli orari di apertura del servizio tramite telefono al numero 0524.517111, fax 0524.517318, e-mail residenze@comune.fidenza.pr.it indicando recapito telefonico per essere ricontattati in caso di necessità.

I cittadini extracomunitari devono presentare il passaporto e il permesso di soggiorno validi (o ricevuta di richiesta con nulla osta per lavoro o ricongiungimento) e se, provenienti dall’estero, con qualsiasi documento utile, tradotto e legalizzato, che fornisca dati certi sullo stato civile, paternità e maternità.

Target di riferimento: tutti i cittadini

Quando: entro 20 giorni dal trasferimento nel nuovo alloggio

Tempo di risposta: la decorrenza giuridica del cambio di residenza decorre sempre dalla data di presentazione della dichiarazione. Entro 2 giorni lavorativi successivi il richiedente sarà iscritto in anagrafe e potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni documentate.

Nel caso di cambio di residenza con provenienza da altro Comune italiano, entro gli ulteriori e successivi 5 giorni lavorativi, il Comune di provenienza dovrà provvedere alla cancellazione ed alla verifica dei dati forniti dal dichiarante. Da quel momento potranno essere rilasciate tutte le normali certificazioni anagrafiche.

Il Comune di Fidenza entro 45 giorni dalla dichiarazione procede all’accertamento dei requisiti cui è subordinata l’iscrizione anagrafica (innanzi tutto l’effettiva dimora abituale). Trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (silenzio-assenso, art. 20 Legge 7 agosto 1990 n. 241).

Sanzioni: è previsto che in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del dpr 28 dicembre 2000 n. 445, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione nonchè il rilievo penale della dichiarazione mendace.

Il comma 4 ribadisce inoltre quanto già previsto dall’articolo 19, comma 3, del dpr 30 maggio 1989 n. 223, in merito alla segnalazione all’autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

Inoltre la norma prescrive, in caso di non rispondenza allo stato di fatto, il ripristino delle registrazioni anagrafiche antecedenti alla data della dichiarazione resa:

  • nel caso di prima iscrizione anagrafica si procederà a cancellare l’interessato con effetto retroattivo a decorrere dalla dichiarazione;
  • nell’ipotesi di iscrizione con provenienza da altro Comune o dall’estero del cittadino iscritto AIRE si cancellerà l’interessato dalla data della dichiarazione e darne immediata comunicazione al Comune provenienza o di iscrizione AIRE al fine della tempestiva iscrizione dello stesso con la medesima decorrenza;
  • nel caso di cambiamento di abitazione si registrerà nuovamente l’interessato nell’abitazione precedente, sempre con la decorrenza già indicata.

Pubblicato: 15 Dicembre 2003Ultima modifica: 19 Marzo 2019