ZANZARA TIGRE: AL VIA I TRATTAMENTI ADULTICIDI

Il 30 giugno e 1 luglio nei quartieri, nelle aree verdi, nelle scuole e negli impianti sportivi

 

Fidenza, 26 giugno 2015 – Prosegue la lotta alla zanzara tigre. Mentre proseguono i trattamenti larvicidi su tutte le caditoie pubbliche, così come la raccolta delle ovitrappole per effettuare il monitoraggio dell’infestazione, prendono il via i trattamenti adulticidi nei parchi pubblici, nei viali alberati urbani, nei giardini dei plessi scolastici e all’interno degli impianti sportivi, nelle aree verdi pubbliche frazionali. Il prodotto utilizzato sarà un presidio medico chirurgico espressamente autorizzato dal Ministero della Sanità per la lotta contro la zanzara in ambito urbano.

 

I trattamenti adulticidi saranno effettuati nelle notti di martedì 30 giugno e mercoledì 1 luglio. Le aree interessate saranno le scuole e gli asili aperti nel mese di luglio (scuole materne “Don Milani” e “Battisti”, scuola elementare “Ongaro-Cremonini”, nidi d’infanzia “L’Aquilone”, “Girotondo” e “Albero Magico”), gli impianti sportivi (Palazzetto dello sport, Centro sportivo “Ballotta”, piscina coperta, piscina “Guatelli”, Tennis Club, Campo sportivo “Azalee”), il palazzo delle Orsoline, tutti i quartieri con particolare attenzione a tutte le aree verdi più frequentate dai cittadini (parchi giochi, parchi, giardini, aree attrezzate, viali alberati), e le aree verdi frazionali.

 

Nelle aree oggetto di intervento saranno posizionati cartelli di avviso. Il trattamento sarà rimandato in caso di pioggia o giornate ventose.

Ai cittadini coinvolti dall’intervento si consiglia di: restare al chiuso, con porte e finestre chiuse, durante il trattamento; allontanare e proteggere gli animali domestici e i loro ricoveri e suppellettili (ciotole, abbeveratoi ecc.); non esporre all’esterno biancheria, alimenti e altri oggetti di uso quotidiano; sospendere l’uso di impianti di ricambio dell’aria durante il trattamento; rispettare un intervallo di alcuni giorni prima di consumare frutta e verdura che siano stati irrorati con i prodotti insetticidi, lavarli abbondantemente e sbucciare la frutta prima dell’uso.

 

Pubblicato: 26 Giugno 2015