VIA ISONZO, ECCO LA NUOVA VIABILITA’ COSTRUITA INSIEME AI CITTADINI

Dal 1 marzo in vigore le modifiche suggerite dai residenti

e poi diventate un progetto sposato in assemblea pubblica.

Il Sindaco Massari: “Una bella pagina di partecipazione. Ora inizia una fase sperimentale”.

L’Assessore Malvisi: “Soluzioni pensate per migliorare la qualità della vita”

 

Fidenza, 27 febbraio 2016 – Le proposte suggerite dai residenti nel Quartiere Luce sono diventate modifiche reali per la gestione della viabilità in via Isonzo.

Dal prossimo 1 marzo entreranno in vigore, infatti, le novità che erano state richieste al Comune, poi promosse dai cittadini in una affollata assemblea pubblica lo scorso 11 novembre ed infine entrate a far parte di una apposita ordinanza.

 

La nuova viabilità interna prevede tre aspetti:

 

●       l’adozione del senso unico di marcia in via Isonzo nel tratto compreso tra via Piave e il parcheggio della scuola Rodari, in direzione via Tasso

●       la conferma del doppio senso di circolazione in via Isonzo nel tratto compreso tra il parcheggio della scuola Rodari e la rotatoria di via Parini, Tasso, Timavo.

●       nasce una zona col limite dei 30 km/ora su entrambe le direzioni di marcia

 

 

Il Sindaco Andrea Massari spiega che “la viabilità di un quartiere o di una sua zona è legata alle abitudini di chi ci abita. Per questo, prima di mettere mano ad una modifica, è sempre importante sentire il parere dei residenti. Nel caso specifico, sono stati proprio i residenti a chiedere un intervento per migliorare la qualità della vita. Da quel pacchetto di proposte, il Comune ha elaborato un piano, portandolo in una assemblea pubblica lo scorso 11 novembre per condividerlo con i cittadini, raccogliendo il loro parere positivo.

Direi che è stata una bella pagina di partecipazione popolare”.

 

Da tempo i cittadini del quartiere Luce lamentavano forti disagi creati dall’aumento del traffico sulle vie Isonzo e Piave – commenta l’assessore alla Viabilità, Davide Malvisi –. Nonostante le modifiche apportate precedentemente, permane una quota di traffico in attraversamento che utilizza via Timavo e via Tagliamento per immettersi nuovamente in via Piave o il percorso inverso per dirigersi verso Salsomaggiore. Una situazione non collegabile ad una esigenza interna del quartiere o a riconducibili dinamiche urbane. Ora le nuove misure verranno sperimentate sul campo, per testare la loro incidenza reale. Come sempre, la nostra Amministrazione sarà aperta al confronto e disponibile ad incontrare i cittadini per fare, insieme, il punto della situazione”.

Pubblicato: 27 Febbraio 2016