VIA GANDOLFI E VIA MENTANA SI RIFANNO IL LOOK. PROSEGUE IL MAXIPIANO DI INTERVENTI DA 865.321 EURO PER UNA CITTA’ PIU’ BELLA E FUNZIONALE

Malvisi: “Riqualifichiamo un altro tratto centralissimo di Fidenza collegato a piazza Garibaldi.

In questo modo abbatteremo anche le barriere architettoniche dei piccoli marciapiedi attuali”

 

Fidenza, 4 luglio – Via Gandolfi e via Mentana si rifanno il look. Al termine degli interventi per la realizzazione dei sottoservizi in via Gandolfi – rifacimento della rete idrica e allacci d’utenza da parte di Emiliambiente e della tubazione in bassa pressione della rete gas da parte di San Donnino Multiservizi – prenderanno il via i lavori di riqualificazione delle due strade.

Si tratta di un vero e proprio restyling che ci permetterà di riqualificare un tratto centralissimo di Fidenza. Via Gandolfi cambierà volto: diventerà più bella, funzionale, sicura e si uniformerà esteticamente a piazza Garibaldi. E’ un intervento atteso, che finalmente restituirà decoro a questa via e ci consegnerà una città più bella. Interverremo anche in un tratto di via Mentana per rifare i marciapiedi e la pavimentazione. In questo modo abbatteremo anche le barriere architettoniche. I lavori si inseriscono nel maxipiano di interventi di riqualificazione delle strade urbane ed extraurbane da 865.321 euro che attueremo quest’estate”, spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Davide Malvisi.

I lavori interesseranno via Gandolfi e una parte di via Mentana, nel tratto compreso tra via Gandolfi e piazza Pezzana. La zona oggetto d’intervento è collocata nel centro storico in prossimità di piazza Garibaldi e la nuova piazza della stazione ferroviaria. L’obiettivo è quello di proseguire la riqualificazione del centro storico della città in continuità con gli interventi realizzati negli ultimi anni, recuperando il contesto storico-monumentale, confrontandosi con i temi della memoria, dell’eredità e dell’identità del passato.

I percorsi pedonali a ovest di via Gandolfi e quelli di via Mentana, inoltre, sono limitati a uno spazio molto ristretto e non più adeguati alle normative sugli abbattimenti delle barriere architettoniche.

I materiali sono ormai usurati e per la presenza di avvallamenti nella carreggiata la circolazione veicolare non è più in sicurezza; risulta pertanto necessario eseguire un intervento di riqualificazione completo delle due vie che le valorizzi, sia per gli aspetti organizzativi delle componenti del traffico che per il tipo di materiali, riprendendo quelli già realizzati nei precedenti interventi di riqualificazione urbana (porfido e pietra luserna), tipici della tradizione e del contesto storico delle città emiliane.

L’intervento prevede una nuova pavimentazione dei marciapiedi con lastre in pietra luserna in continuità e con le modalità di posa già esistenti, cordonature in granito e una zona centrale caratterizzata da una pavimentazione con cubetti in porfido a file dritte e a file ortogonali, destinata alla circolazione dei veicoli.

Il marciapiede e la carreggiata saranno separati da una fascia in pietra luserna della larghezza di 50 cm che comporta un effetto ottico di restringimento della carreggiata, imponendo pertanto agli automobilisti una guida più rispettosa.

Saranno inoltre inseriti due nuovi passaggi pedonali con lastre in granito e cubetti in porfido che consentiranno l’attraversamento pedonale della carreggiata in due punti. Il marciapiede lasto est di via Gandolfi vedrà la piantumazione di sei alberi (Pyrus Calleryana Chanti Cleer diam 18 – 20 cm) della stessa tipologia già messa a dimora in piazza Garibaldi, cui sono anche visivamente collegati.

Infine è stato traslato l’accesso del parcheggio contiguo a via Gandolfi al fine di agevolare il transito pedonale tra via Gandolfi e la limitrofa via Mazzini.

Pubblicato: 04 Luglio 2016