UN “MOSAIKO” DI VITA CHE GUARDA AL FUTURO

Il 1 luglio alle 21.00 al Campetto dello Stirone va in scena lo spettacolo-incontro

realizzato dai ragazzi della Comunità Kayrós

 

Fidenza, 23 giugno 2016 – Il Gruppo Teatro Kayrós e Rami progetti teatrali porteranno in scena “Mosaiko” venerdì 1 luglio alle ore 21.00 al Campetto dello Stirone.

L’evento è inserito nel progetto “Sguardi di strada” ideato da APS Progetto Link e sostenuto da Comune di Fidenza, Asp Distretto di Fidenza e Aurora Domus, quale testimonianza e occasione di riflessione, per i giovani del nostro territorio, su trasgressività, comportamenti a rischio e preparazione al futuro.

Pezzi di storie, racconti, ricordi. Incastri di idee, pensieri, culture che acquistano un senso quando incontrano altre parti, altri tasselli, altre tessere, altri pezzi. L’incontro cambia, trasforma, educa. Crea. Allora ognuno con i suoi pezzi, anche quelli sporchi, rotti e rovinati può creare un’opera d’arte.

Questo è il senso di “Mosaiko”, lo spettacolo-incontro scritto e interpretato dai ragazzi della Comunità Kayrós di Don Claudio Burgio, uno spettacolo che è anche vita reale, perché porta in scena il vissuto, le speranze e i pensieri di giovani che hanno attraversato momenti di difficoltà e di illegalità e che ora stanno lavorando su loro stessi per costruirsi un futuro.

Il progetto nasce dopo l’esperienza dello spettacolo “Non esistono ragazzi cattivi”. E’ un percorso di laboratorio teatrale a cura di Elena Modaelli e Massimiliano Samaritani, operatori di teatro sociale professionisti e fondatori del progetto artistico RAMI – Percorsi teatrali, che utilizza il teatro come strumento di espressione, riflessione, condivisione e crescita per i ragazzi e per il gruppo. La relazione, la condivisione e il sostegno sperimentati durante il laboratorio possono creare possibilità reali di cura reciproca, di relazione educativa e di forza creatrice da mettere in gioco nella quotidianità: con gli amici, con gli educatori, nella comunità.

Pubblicato: 23 Giugno 2016