UN AIUTO AGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI. 92.314 EURO A FAVORE DI CHI HA PERSO IL REDDITO E NON RIESCE A PAGARE L’AFFITTO

Pubblicato oggi il bando. Le domande devono essere presentate entro il 31 dicembre 2017

 

Fidenza, 1 febbraio 2016 – Da oggi c’è un aiuto agli inquilini morosi incolpevoli: Regione e Comune, insieme per un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà economica, mettono a disposizione dei cittadini 92.314 euro, a tanto ammonta la somma stanziata dalla Regione Emilia-Romagna per il Comune di Fidenza.

Acer, Azienda Casa Emilia-Romagna, ha pubblicato oggi, per conto del Comune di Fidenza, un bando destinato agli inquilini morosi incolpevoli a causa della perdita del lavoro o di una forte riduzione reddituale.

Come spiega l’assessore al Welfare, Alessia Frangipane: “In ottemperanza al Protocollo Salvasfratti firmato in Prefettura, da oggi è possibile far domanda di contributo qualora ci si trovi in situazione di sfratto per grave morosità dovuta alla perdita o alla riduzione del lavoro. Le domande raccolte saranno valutate da una commissione ogni qualvolta ce ne sarà necessità, senza attendere la chiusura del bando. In questo modo auspichiamo di rispondere puntualmente ai bisogni delle famiglie di Fidenza. Il Protocollo è stato firmato dai Comuni di Parma, Fidenza e Collecchio, da Prefettura, Tribunale, Ordine degli Avvocati, Associazioni di Proprietari e Sindacati inquilini al fine di contenere il più possibile gli effetti negativi di una situazione di sfratto per morosità, che angosciano le famiglie e non consentono ai proprietari di ricevere quanto spetta loro”.

Possono presentare domanda i residenti nel Comune di Fidenza da almeno tre anni, in possesso di un regolare contratto di locazione a uso abitativo che siano destinatari: di un procedimento di intimazione di sfratto per morosità per il quale non sia ancora intervenuto il provvedimento di convalida; un provvedimento di convalida in cui sia già scaduto il termine di rilascio dell’alloggio; sfratto già convalidato ma l’inquilino ha già reperito un nuovo alloggio con regolare contratto di locazione registrato.

Il richiedente deve dimostrare la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, avvenuta dopo la data di sottoscrizione del contratto di locazione dell’immobile oggetto di procedura di sfratto.

L’ammontare massimo del contributo non potrà essere superiore agli 8.000 euro.

 

La domanda di partecipazione deve essere compilata su apposito modulo disponibile alla sede Acer di Fidenza (via De Amicis, 2) e ai Sindacati degli inquilini (per gli iscritti Sunia, Sicet e Uniat). I Moduli e il bando possono essere scaricati dal sito Acer (www.aziendacasapr.it) oppure cliccando qui.

Le domande dovranno essere inoltrate entro il 31 dicembre 2017 ad Acer – Azienda Casa Emilia-Romagna, via De Amicis 2, Fidenza.

Pubblicato: 01 Febbraio 2016