OBBLIGATORI I VACCINI PER ACCEDERE AI SERVIZI EDUCATIVI 0-3 ANNI

La certificazione delle vaccinazioni va presentata entro il 31 maggio al Servizio Istruzione

 

Fidenza, 24 febbraio 2017 – Si informano i genitori dei bambini iscritti o che si devono iscrivere ai servizi educativi e ricreativi per la prima infanzia (0-3 anni) pubblici e privati, che la Legge Regione ER n. 19 del 25 novembre 2016 ha introdotto al comma 2. l’obbligo vaccinale previsto dalla normativa vigente a partire dal prossimo anno educativo 2017-2018 come requisito per l’accesso e la frequenza ai servizi. La norma si applicherà non solo ai nuovi iscritti ma anche ai bambini già frequentanti dall’anno educativo precedente.

 

Le linee guida emanate dalla Regione prevedono che i genitori, una volta scelta la struttura alla quale intendono iscrivere il proprio figlio, debbano impegnarsi a farlo vaccinare. Dovranno quindi presentare una certificazione delle vaccinazioni effettuate, rilasciata dall’Azienda USL, che dovrà essere consegnata al Servizio Istruzione entro il 31 maggio 2017, oppure autorizzare il Servizio Istruzione ad acquisire l’idoneità alla frequenza direttamente presso l’Azienda USL di competenza.

 

Per ottenere la certificazione, e quindi l’accesso ai servizi educativi 0-3 anni, sarà necessario che il bambino abbia eseguito una dose di vaccini obbligatori entro il 6° mese di vita, due dosi entro i 12 mesi e tre dosi entro i 18 mesi.

 

Nel caso di accesso al nido per bambini di età inferiore ai 6 mesi, il provvedimento della Regione prevede che l’ingresso nel servizio sia condizionato all’impegno da parte dei genitori di vaccinare il bambino entro il compimento del 6° mese di vita.

 

Altresì, per i bambini che si iscrivono direttamente al 2°/3° anno e che non siano mai stati vaccinati, è previsto l’obbligo di iniziare il ciclo vaccinale ed effettuare almeno le prime due dosi di ciascuna vaccinazione obbligatoria prima di accedere ai servizi. Dovranno poi completare il ciclo vaccinale, con la terza dose, prima dell’eventuale iscrizione all’anno successivo.

 

Le linee guida della regione prevedono infine che, ai fini dell’accesso, nei casi in cui la vaccinazione debba essere omessa o differita, l’esonero per motivi sanitari debba essere certificato dal pediatra di libera scelta e autorizzato dal competente Servizio Vaccinale dell’Azienda USL.

 

Cliccando qui sono consultabili le linee guida della Regione in materia.

Pubblicato: 24 Febbraio 2017