L’IRONICO E DISSACRANTE “OTHELLO, LA H E’ MUTA” DI OBLIVION INAUGURA LA STAGIONE DI PROSA

 

SI ALZA IL SIPARIO SULLA STAGIONE DI PROSA 2014-2015

 

L’IRONICO E DISSACRANTE “OTHELLO, LA H E’ MUTA” DI OBLIVION

INAUGURA IL CARTELLONE

In scena al Teatro Magnani venerdì 19 dicembre alle ore 21.00

 

Fidenza, 16 dicembre 2014 – Si alza il sipario sulla Stagione di Prosa 2014-2015 del Teatro Magnani. A inaugurare il cartellone, venerdì 19 dicembre alle ore 21.00, saranno Othello, Desdemona, Cassio e Iago reinterpretati in chiave ironica e dissacrante dalla compagnia teatrale Oblivion, che con “Othello, la h è muta” presenta la sua personalissima rivisitazione del grande classico shakespeariano.

Lo spettacolo mescola sapientemente Shakespeare con Verdi e Arrigo Boito e interferisce con stereotipi quotidiani e con il nostro immaginario musicale, da Battisti a Vasco Rossi, a Mina, con ironia e piacere del paradosso. Una travolgente rivisitazione della tragedia shakespeariana in chiave comico-canora, un mix di arie d’opera, canzoni, citazioni surreali, gag, in cui vengono demoliti a colpi di ironia grottesca gli “Otello” di Shakespeare, Verdi e Rossini.

La classica vicenda shakespeariana prenderà pieghe del tutto inattese e potrà capitare che i nobili personaggi verdiani si dimentichino i testi di Arrigo Boito per usare quelli di Mogol o di Zucchero. Un progetto speciale con tanta musica e vocalità, arricchito da scoppiettanti equilibrismi canori e da montaggi beffardi.

 

I biglietti

I biglietti dello spettacolo saranno in vendita alla biglietteria del teatro Magnani giovedì 18 dicembre dalle ore 18.00 alle ore 20.00 e venerdì 19 dicembre dalle ore 18.00 alle ore 21.00.

Pubblicato: 16 Dicembre 2014