GIORNATA NAZIONALE DEL SACRIFICIO DEL LAVORO ITALIANO NEL MONDO

Fidenza, 8 agosto 2015 – “Oggi si celebra la Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, istituita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2001, per commemorare le vittime della tragedia avvenuta nella miniera di carbone di Marcinelle, in Belgio, nel 1956.

La mattina dell’8 agosto 1956 nella miniera di Bois du Cazier scoppiò un incendio dovuto dalla fuoriuscita di olio ad alta pressione che prese fuoco a causa di una scintilla. Il denso fumo della combustione, sviluppatasi vicino al condotto di aerazione principale della miniera, invase tutto il pozzo minerario provocando la morte di 262 minatori, 136 dei quali erano emigranti italiani.

Questa giornata ci sprona a riflettere su due temi importanti: il lavoro, che implica sicurezza sul lavoro e tutela dei lavoratori, e l’immigrazione, perché non dobbiamo dimenticare che gli italiani sono stati e sono ancora un popolo di migranti.

Il lavoro è un tema quanto mai attuale per il quale penso che ogni amministratore debba impegnarsi per quanto di competenza. Il Comune di Fidenza credo possa definirsi, in questo senso, un precursore. Tra i primi Comuni in Italia abbiamo introdotto le clausole sociali nelle gare di appalto pubbliche, ciò significa: tutela dei lavoratori, anche di quelli svantaggiati; rifiuto del principio del massimo ribasso a favore della qualità e della sicurezza, anche del lavoro; lotta alle infiltrazioni mafiose e all’illegalità a favore della trasparenza e delle società che operano a norma di legge”, ha commentato il sindaco Andrea Massari.

Pubblicato: 08 Agosto 2015