FIDENZA RITROVA LA SUA DUCHESSA. MARIA LUIGIA PROTAGONISTA DELLA FESTA DELLA STORIA

Sei appuntamenti per scoprire la figura di una donna illuminata

e le opere lungimiranti che fece per Borgo San Donnino

 

Fidenza, 13 settembre 2016 – Sarà Maria Luigia, amatissima Duchessa di Parma, la protagonista dell’edizione 2016 della Festa della Storia di Fidenza: “Maria Luigia e Borgo San Donnino”. Dedicando la Festa della Storia all’Arciduchessa d’Austria, Fidenza rende omaggio a una grande donna illuminata in occasione del 200° anniversario dell’arrivo di Maria Luigia nel Ducato di Parma.

L’edizione 2016 della Festa della Storia di Fidenza sarà dedicata a Maria Luigia: le celebrazioni del 200° anniversario dell’arrivo della Duchessa a Parma sono l’occasione per sviluppare un focus sulla figura di Maria Luigia, che tanto fece e operò, sia dal punto di vista sociale, culturale che filantropico, per Borgo San Donnino”, ha spiegato l’assessore alla Cultura, Maria Pia Bariggi.

Dall’esame delle date nelle quali Maria Luigia interagì con Borgo San Donnino, emergono alcuni momenti particolarmente significativi.

Il 12 settembre 1816, con sovrano decreto la Duchessa fa riaprire il deposito di mendicità.

Il 1 ottobre 1816, la stamperia ducale di Parma annuncia la pubblicazione dell’ “Enciclopedia metodica delle Belle Arti” dell’abate Pietro Zani, vicebibliotecario della Biblioteca ducale di Parma. La stampa è realizzata grazie al generoso interesse della Duchessa, che finanzia personalmente la pubblicazione. Nel 1819 è pubblicato il primo volume. L’abate le dedica l’opera.

Il 20 settembre 1841, Maria Luigia decide di ricostruire il ponte sul torrente Stirone. Si mette pertanto all’asta la costruzione di un nuovo ponte in cotto e muratura, al posto di quello precedente, ormai rappezzato più volte e sempre bisognoso di restauri.

Il 4 ottobre 1841, la Duchessa passa da Borgo e dispone la distribuzione di 600 pani ai poveri delle parrocchie.

Maria Luigia fu molto amata dai parmigiani ma anche dai fidentini. Era una donna intelligente e lungimirante e lasciò il segno anche qui a Fidenza. Comprò le Terme di Tabiano e decise di destinare le rendite ai depositi di mendicità. Volle la pubblicazione di un’enciclopedia delle Belle arti, un’opera immane dal valore culturale immenso, soprattutto per l’epoca. Comprese l’importanza delle vie di comunicazione e fece costruire un ponte sul torrente Stirone. Abbiamo deciso di celebrarla attraverso 6 eventi dedicati a 6 temi diversi”, ha sottolineato l’assessore Bariggi.

Il cartellone, realizzato dal Comune di Fidenza e dall’Associazione “Le vie del sale”, prevede 6 appuntamenti e prende il via venerdì 16 settembre.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato: Ilaria Pavarani, vicedirettore del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma; Gabriele Mendolicchio, docente al Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma; Mirella Capretti, studiosa della figura dell’abate Pietro Zani; Benvenuto Uni e Mino Ponzi dell’Associazione culturale “Le vie del sale”.

 

Programma:

 

  • Venerdì 16 settembre , ore 18.00

 

Museo del Risorgimento “Luigi Musini” (Palazzo orsoline, via Costa, 2)

Il deposito durante il governo di Maria Luigia

La riapertura del Collegio dei Gesuiti

Conferenza di Simona Rossi

 

Lo spazio ipogeo della G.M. di Dio a Fidenza

Un progetto possibile

Conferenza di Riccarda Cantarelli

 

 

 

  • Martedì 20 settembre, ore 18.00

 

Ridotto del Teatro Magnani

Il nuovo ponte di Borgo San Donnino

Il passaggio ducale sul torrente Stirone, un ponte verso la modernità

Conferenza di Alberto Gilioli, Mino Ponzi, Giovanni Rossi

 

  • Venerdì 23 settembre, ore 18.00

 

Teatro Magnani

Musica a Corte

Conferenza e concerto a cura di Gabriele Mendolicchio

In collaborazione con il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma

 

  • Venerdì 30 settembre, ore 20.45

 

Centro storico

I seicento pani di Maria Luigia

Candele e luminarie a San Donnino

Corteo Storico dedicato al santo patrono Donnino

 

  • Sabato 1 ottobre, ore 10.00

 

Ridotto del Teatro Magnani

Maria Luigia e l’Abate Pietro Zani fidentino

Conferenza di Mirella Capretti

Pubblicato: 13 Settembre 2016