FIDENZA CITTA’ PER LA VITA CONTRO LA PENA DI MORTE HA ADERITO AL PROGETTO DELLA COMUNITA’ DI SANT’EGIDIO

Massari: “La pena capitale è la negazione brutale della dignità umana”

Frangipane: “Metteremo in campo azioni di informazione e sensibilizzazione”

 

Fidenza è una Città per la Vita, una Città contro la Pena di Morte. Il Comune di Fidenza ha infatti aderito alla rete di municipalità “Cities for Life/ Cities against the Death Penalty”, unite in Europa e nel mondo dalla comune volontà di accelerare la definitiva scomparsa della pena capitale dal panorama giuridico e penale degli Stati. La rete, nata nel 2002, conta oggi più di 2.000 città aderenti, tra le quali 80 capitali nei cinque continenti.

Convinta che ogni comunità cittadina, per voce dei propri organi rappresentativi, possa operare come soggetto collettivo capace di concorrere all’accrescimento del rispetto della vita e della dignità dell’uomo in ogni parte del mondo, Fidenza ha accettato l’invito della Comunità di Sant’Egidio, promotrice dell’iniziativa, assicurando così che l’abolizione della pena di morte e la rinuncia alla violenza saranno una cifra identitaria della sua comunità.

Abbiamo aderito a Cities for Life perché Fidenza, da sempre, condanna ogni forma di violenza. La pena capitale rappresenta la negazione brutale della dignità umana, quale che sia la colpa o il crimine che il condannato ha commesso. Questo non significa cancellare la colpa o le responsabilità, ma semplicemente non rispondere alla violenza con altra violenza. E’ dimostrato, tra l’altro, che la condanna a morte non è un deterrente. Lo è invece una giustizia equa, puntuale e veloce che garantisce la certezza della pena”, sottolinea il sindaco Andrea Massari.

Con questa adesione ci impegniamo ad assicurare spazi di adeguata informazione e sensibilizzazione sulle motivazioni del rifiuto della pena di morte e sul progresso della campagna abolizionista nel mondo. Questo nuovo impegno si aggiunge alle azioni che il Comune di Fidenza mette in campo ogni anno a favore del rispetto di genere, della non violenza, delle pari opportunità e del rispetto dei diritti dell’uomo. Siamo convinti che le azioni concrete non possano prescindere da quelle culturali, perché questi valori diventeranno universali solo se saranno la base di una nuova cultura condivisa”, spiega l’assessore al Welfare, Alessia Frangipane.

La nostra città, inserita ora nell’elenco delle città contro la pena di morte, partecipa alla Giornata Internazionale “Cities for Life – Città per la Vita/Città contro la Pena di Morte” che si celebra ogni anno il 30 novembre, in ricordo della prima abolizione della pena capitale nel Granducato di Toscana nel 1786. Stasera il palazzo municipale, uno dei simboli della città, è illuminato per diventare il logo vivente della campagna.

L’impegno di Fidenza nella sensibilizzazione contro la pena capitale è ancora più importante in questo momento: siamo infatti prossimi alla votazione sulla Risoluzione delle Nazioni Unite per una Moratoria universale delle esecuzioni capitali, che si terrà nel mese di dicembre in seno all’Assemblea Generale dell’Onu.

Pubblicato: 30 Novembre 2016