EX MAGAZZINI COMUNALI: AL VIA L’INNOVATIVO PROGETTO DI RIUSO CHE CONNOTERA’ IN MODO NUOVO L’INGRESSO AL QUARTIERE LA BIONDA

Massari “E’ un processo di rigenerazione urbana in un punto strategico del tessuto della città che vedrà la realizzazione di un nuovo centro servizi e di un Food District”

Castellani: “E’ un disegno all’avanguardia anche sotto il profilo architettonico, in grado di connotare in modo totalmente nuovo l’ingresso al quartiere La Bionda”

 

Fidenza, 12 luglio 2016 – “L’ingresso al quartiere artigianale La Bionda cambierà volto e si connoterà come un’area moderna che offre servizi ai cittadini. Diventerà così funzionale e frequentata dai fidentini una zona cittadina che in passato era limitata a una funzione di polo artigianale e industriale. Con il nuovo progetto che interesserà l’area degli ex magazzini comunali, si completerà un ulteriore tassello di ridisegno di questa parte della città, per altro vicinissima ai nuovi quartieri residenziali per i quali sta divenendo un polo attrattivo di servizi”, spiega così il sindaco Andrea Massari il futuro assetto dell’area degli magazzini comunali.

La sede dei magazzini comunali, realizzati nel corso degli anni Ottanta all’ingresso del Quartiere La Bionda, è stata completamente demolita.

In una prima fase un’impresa specializzata ha rimosso e condotto a smaltimento la copertura in lastre contenenti cemento amianto e, subito dopo, nel mese di giugno, si è proceduto a demolire il fabbricato esistente, che aveva una superficie di circa 4.000 metri quadrati.

Nella prossima fase si procederà alla macinatura dei materiali edili derivanti dalla demolizione, che saranno in parte utilizzati nell’area per realizzare il nuovo assetto che la proprietà intende dare e in parte saranno portati in centri di riuso autorizzati.

La demolizione degli ex magazzini comunali, che con la loro dimensione imponente hanno segnato per decenni l’ingresso al quartiere La Bionda, da una parte rappresenta la fine di una stagione caratterizzata dalla gestione diretta di servizi da parte del Comune, con presenze significative di maestranze e operai, mentre dall’altra con il progetto di riuso, che la proprietà dell’area intende sviluppare per fasi e ha condiviso con il Comune, consente la nascita di un nuovo centro servizi per il quartiere produttivo e per la città, in linea con l’evoluzione che aree tradizionalmente monotematiche come i quartieri artigianali stanno avendo nelle aree urbane.
L’area degli ex Magazzini comunali è stata alienata con procedura a evidenza pubblica nel 2008 dal Comune di Fidenza a un pool di operatori e, dopo una fase in cui l’immobile è stato progressivamente vuotato da tutte le attività insediate, la proprietà è stata acquistata da un imprenditore fidentino, che ha definito i caratteri di un progetto altamente innovativo di centro servizi. E’ stata presentata in Comune la prima domanda di permesso di costruire e, già nei prossimi mesi, saranno avviati i lavori di nuovo assetto dell’area e di edificazione del primo nucleo lungo via La Bionda, denominato Food District.

E’ un disegno all’avanguardia anche sotto il profilo architettonico, in grado di connotare in modo totalmente nuovo l’ingresso al quartiere La Bionda, che ha già visto negli ultimi anni la sostituzione del deposito Tep con il supermercato Eurospin, il potenziamento della sede della Croce Rossa, la realizzazione dell’isola ecologica e del centro di riuso, nonché la trasformazione dell’area del vecchio caseificio e delle sue pertinenze con l’apertura di negozi e pubblico esercizio. Si tratta di un processo di rigenerazione urbana in un punto strategico del tessuto urbano che l’Amministrazione comunale valuta molto positivamente”, conclude il vicesindaco con delega all’Urbanistica, Giancarlo Castellani.

 

Pubblicato: 12 Luglio 2016