ECCO LA NUOVA SCUOLA ZANI SUPER HI -TECH, PIU’ BELLA E PIU’ SICURA

Inaugurati i locali su cui sono stati investiti 735.000 euro. Cambiati tutti i 150 serramenti, nuovi controsoffitti, coibentati i solai, illuminazione a led con sistema domotico avanzato.
Da oggi è una scuola anti sprechi energetici: risparmierà 35.000 euro all’anno
I genitori del Consiglio d’Istituto: “Ottimo lavoro, siamo molto contenti”

 

Fidenza, 14 settembre 2017 – “La scuola “Zani” è indubbiamente il simbolo dell’istruzione pubblica a Fidenza, uno dei luoghi in cui generazioni di fidentini hanno studiato e mosso i primi passi per divenire cittadini consapevoli e per costruire il loro percorso di vita e professionale.

La sede della “Zani” rappresenta uno degli investimenti più importanti del Piano Scuola comunale, attraverso il quale l’Amministrazione ha lavorato e sta lavorando in tutti i plessi del territorio”.

Così il Sindaco di Fidenza, Andrea Massari, ha presentato gli importanti lavori di riqualificazione che hanno reso la grande scuola fidentina “più moderna, accogliente e sicura. Alla Scuola “Zani” occorrevano da tempo interventi significativi, per elevare ben oltre gli standard i livelli di sicurezza e di comfort e per introdurre un grado di innovazione tecnologica che portasse a una gestione più efficiente dell’immobile e, al tempo stesso, rappresentasse anche un elemento dal forte valore educativo. Lo abbiamo promesso e lo abbiamo fatto”.

 

LA NUOVA SCUOLA ZANI, 1.000.000 DI EURO INVESTITI

L’Amministrazione comunale, sempre d’intesa con la Dirigenza scolastica, ha dapprima sviluppato un articolato progetto del valore di 1.000.000 di euro, andando poi a ottenere i finanziamenti necessari”. “Sono particolarmente soddisfatta delle soluzioni adottate e del percorso che ha dato vita al progetto di una Zani 2.0 che si è imposto anche a livello nazionale e ministeriale come esempio di buon lavoro in team tra il Comune e l’Istituzione scolastica”, commenta Lorenza Pellegrini, Dirigente Scolastico, ringraziando “di cuore tante componenti, in primis l’Amministrazione che ha portato avanti, insieme allo staff tecnico, questo lavoro davvero importante. I ragazzi saranno contenti perché lavorare in un ambiente riqualificato aiuta l’apprendimento. Tanta anche la soddisfazione anche dei genitori in rappresentanza del Consiglio d’Istituto: “Tra la scuola e le famiglie c’è un filo importante ed è importante”, che si sviluppa anche con la condivisione passo passo delle evoluzioni che interessano la scuola e i suoi servizi. I genitori giudicano “ottimo il lavoro svolto, siamo molto contenti”.

 

CANTIERI ESTATE 2017: COME E’ CAMBIATA LA SCUOLA

L’assessore ai Lavori Pubblici, Davide Malvisi, fa il punto su tutti gli interventi svolti: “Nel corso dell’estate 2017 alla “Zani” ha operato un super cantiere da 735.000 euro, finanziato con le risorse arrivate dal Governo grazie al Fondo Kyoto contro lo spreco energetico (435.000 euro) e dalla Fondazione Cariparma (300.000 euro). Cantiere che ha permesso di sostituire con elementi altamente performanti tutti i 150 serramenti della scuola, molti dei quali risalivano agli anni ‘20. Sono stati realizzati controsoffitti per ridurre i volumi dei locali da riscaldare, coibentati tutti i solai del sottotetto ed è stato radicalmente innovato il sistema di illuminazione dell’intero edificio, adottando elementi a led di ultima generazione – prosegue Malivisi –. Tutto questo investimento sull’hi-tech ha prodotto due risultati: l’ottenimento degli incentivi per gli interventi di incremento dell’efficienza energetica (150.000 euro) e un risparmio sulla bolletta energetica della scuola pari ad almeno 35.000 euro all’anno. Le procedure che hanno portato a selezionare in tempi rapidi l’impresa che ha eseguito i lavori e a condurre nel migliore dei modi la gara d’appalto – commenta Malvisi –, hanno permesso di realizzare anche un plus di interventi pari a circa 100.000 euro rispetto al pacchetto previsto, senza costi ulteriori per la Comunità fidentina”.

Interventi, ad esempio, che permettono la motorizzazione di tutte le tapparelle della scuola, la coibentazione dei cassonetti delle stesse tapparelle, il tinteggio di tutti i locali al primo piano – che da anni attendevano questo lavoro -, l’estensione dell’illuminazione a led di tutta l’illuminazione d’emergenza e l’installazione di un avanzato sistema di gestione domotica dell’illuminazione, che porterà alla regolazione automatica delle luci in base alla luminosità naturale presente.

 

La scuola secondaria di primo grado riguarda una fascia di popolazione, quella della prima adolescenza, particolarmente importante: gli studenti sono in quel periodo della loro esistenza in cui sperimentano il nuovo, pur rimanendo nell’ambito della famiglia cercano il gruppo di pari nel quale fare le prime esperienze di autonomiaosserva l’assessore alla Scuola Maria Pia BariggiPer questo motivo l’edificio, restaurato nel suo decoro con un importante lavoro fortemente voluto dall’Amministrazione, della scuola media Zani, è uno dei contenitori scolastici più importanti nel quale il singolo studente percepirà la propria identità in rapporto con l’altro e, nel ripristinato decoro, costruirà le proprie competenze sociali”.

NEL 2018 SI INTERVIENE SUL MIGLIORAMENTO ANTISISMICO

Non è però tutto. Se il 2017 è stato l’anno degli interventi dedicati all’efficienza energetica della Scuola, l’estate 2018 sarà dedicata al miglioramento antisismico della “Zani”, grazie a 350.000 euro di finanziamenti ad hoc: 250.000 euro sono stati stanziati dal Ministero e 100.000 euro sono pagati dal Comune e già a bilancio. Al momento siamo in attesa che il Ministero autorizzi le Regioni alla stipula dei mutui.

Pubblicato: 15 Settembre 2017