CONSEGNATA ALLA CITTA’ LA NUOVA PIAZZA GRAMSCI. OPERA TERMINATA IN ANTICIPO E CON UN RISPARMIO DI 107MILA EURO

La rotatoria sarà inaugurata per San Donnino

Massari: “Concluso il grande progetto di riassetto della via Emilia”

Malvisi: “L’opera unisce la città e privilegia pedoni e ciclisti”

Fidenza, 11 settembre 2015 – E’ stata riconsegnata alla città in anticipo rispetto alla tabella dei lavori, la nuova piazza Gramsci: la rotatoria all’intersezione tra via XXIV Maggio, via Gramsci, via Caduti di Cefalonia, via Marzabotto e via Trieste.

Si conclude oggi il grande progetto di riassetto della via Emilia avviato nel 2008 quando ero assessore alla Viabilità. Questa rotatoria era l’ultimo tassello di un ridisegno urbano che con quest’opera fa di Fidenza una città ancora più bella. Questo importante snodo cittadino è stato trasformato in una piazza verde che privilegia pedoni e ciclisti e fa da trait d’union tra la parte nord e la parte sud della città. Ci siamo impegnati a ridurre al minimo i disagi per i residenti e abbiamo agevolato le attività economiche interessate dal cantiere con uno sconto sulla Tari”., ha detto il sindaco Andrea Massari all’apertura della nuova piazza al pubblico, presente numeroso per ammirare il nuovo scorcio cittadino.

Abbiamo terminato l’intera opera con due mesi di anticipo rispetto ai tempi previsti. Oggi abbiamo aperto la viabilità, inaugureremo la piazza in occasione di San Donnino. Ora questa piazza di 3mila metri quadrati, che presto diventeranno prato, abbellita da 14 peri, unisce la città e razionalizza il traffico privilegiando pedoni e ciclisti. La viabilità ne risulta migliorata: via XXIV Maggio, via Caduti di Cefalonia e via Marzabotto si inseriscono in rotatoria a doppio senso di marcia; l’accesso a via Gramsci resta invariato, mentre via Trieste si immette in via XXIV Maggio appena prima della piazza. Con questo intervento abbiamo riqualificato uno dei principali ingressi al centro storico e alla scuole cittadine. Il costo complessivo dell’opera è di 540mila euro, circa 107mila euro in meno rispetto alle stime precedenti”, ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici, Davide Malvisi.

 

Pubblicato: 11 Settembre 2015