#BORGOFOOD: QUI BATTE IL CUORE DELL’EMILIA DA GUSTARE. FIDENZA CITTA’ DI RESPIRO EUROPEO

Taglio del nastro stamani per l’anima agroalimentare della fiera

Massari: “Fidenza terra di confronto e relazioni con il mondo, in cammino verso il futuro”

 

Fidenza, 8 ottobre 2016 – #Borgofood entra nel vivo ed è già un successo. La mattinata è iniziata al quartiere artigianale La Bionda con l’inaugurazione di “A riva la machina”, la manifestazione legata alla produzione, agli artigiani, alle tradizioni degli antichi mestieri, ai macchinari, veicoli e attrezzature che hanno caratterizzato il 1900, che quest’anno ha come tema la comunicazione.

In piazza Garibaldi un grande parterre di ospiti ha partecipato al taglio del nastro di #Borgofood: il cuore agroalimentare della Gran Fiera di Borgo San Donnino, che solo nella serata di venerdì ha registrato una grandissima affluenza di pubblico. A Fidenza batte il cuore dell’Emilia da gustare e si celebra l’eccellenza enogastronomica di un territorio che trova nel gusto la sua cultura e la sua tradizione.

Oggi e domani #Borgofood offre un viaggio nei sapori di qualità.

200 espositori delle eccellenze alimentari e artigiane, 350 prodotti, 70 punti di degustazione, 12 show cooking, 25 incontri con i produttori, 12 spettacoli di animazione, un team di food blogger al lavoro, teatro, musica sono i coprotagonisti di un evento globale che, come ha ricordato il sindaco Andrea Massari, “è un racconto su Fidenza, sul suo bagaglio di tradizioni e sulle sue forze di innovazione. Una festa con cui Fidenza celebra il suo sentirsi parte essenziale di un territorio vasto, culla del Made in Italy che ci rende unici al mondo. Perché questo siamo e dobbiamo essere: terra di dialogo, incontro. Terra di confronto e di relazioni col mondo intero. Ce lo insegna la Via Francigena che ci passa prima di tutto nel cuore, da 1000 anni, e che tanto ha ancora da raccontarci. Fidenza coltiva le sinergie con il Governo, con la Diocesi, con le altre istituzioni per portare avanti progetti importanti. Nel saper fare insieme, nel voler essere collettivo troviamo la nostra forza. Lo vediamo tutti i giorni nella Fidenza che cambia, grazie a risorse che mai come ora stanno premiando la nostra città e la fanno crescere e con lei crescono i servizi, le opportunità e la legalità. Ecco Fidenza, una comunità in cammino verso il futuro, che ancora una volta alimenta la speranza. Con coraggio, semplicità e fiducia”.

Sull’importanza del percorso fatto insieme al Governo per la crescita della città si è soffermata anche Paola De Micheli, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Economia. “E’ bello vedere i risultati concreti di un impegno congiunto per e con la comunità”. E su #Borgofood ha sottolineato come sia “espressione della grande svolta dell’agroalimentare dei nostri territori, perché racconta come dietro all’eccellenza c’è una storia di lavoro, tradizione, cultura. Turismo enogastronomico vuol dire ricchezza, ridistribuzione e lavoro; ecco perché è importante investire su questo e #Borgofood lo sta facendo”.

San Donnino oggi è sicuramente felice di sentirsi così adorato e valorizzato. E’ il primo miracolo moderno di San Donnino. Con un po’ di buona volontà possiamo stare qui insieme a costruire, con l’aiuto delle istituzioni, un futuro che dipende da noi. Qualche anno fa, in questa piazza, feci un sogno: Fidenza come centro di una nuova provincia rinnovata. Bene, qui si stanno realizzando quelle condizioni; abbiamo tutte le potenzialità per poter dare un futuro adeguato a questa terra con progetti di lungimiranza europea”, ha detto il Vescovo di Fidenza, S.E. Monsignor Carlo Mazza.

Presenti all’inaugurazione: il sindaco Andrea Massari, la Giunta comunale, il presidente del Consiglio Comunale, Amedeo Tosi, gli onorevoli Giuseppe Romanini e Barbara Lori, il consigliere regionale Massimo Iotti, il Presidente della Provincia, Filippo Fritelli, il sindaco di Polesine-Zibello, Andrea Censi, il sindaco di Soragna, Salvatore Iaconi Farina, il sindaco di Busseto, Giancarlo Contini, i rappresentanti delle forze dell’ordine, delle associazioni di categoria, del volontariato e tanti imprenditori.

Subito dopo la cerimonia si è trasferita nello Spazio Svelato del palazzo dell’Ex Liceo, dove si è inaugurata “La mostra della memoria e dell’innovazione”, esposizione di pezzi storici della Collezione Bormioli, in occasione del 40° compleanno del vasetto Quattro Stagioni.

Pubblicato: 08 Ottobre 2016