ALPINISMO E VIAGGIO: ALLA SCOPERTA DELLE SEVEN SUMMITS

Domani alle 21.15 al centro giovanile di via Mazzini, per la rassegna “Incontri di viaggio”,

le splendide immagini di Giuseppe Pompili

 

Fidenza, 17 novembre 2016 – La scalata alla più alta vetta di ciascuno dei sette continenti e il gioco dell’alpinismo coniugato con la passione per il viaggio sono gli ingredienti di una grande serata dedicata al viaggiare e al raggiungimento delle cime più alte del mondo. Protagonista dell’appuntamento di domani, venerdì 18 novembre alle ore 21.15, al Centro giovanile di via Mazzini con la rassegna di audiovisivi “Incontri di viaggio”, sarà Giuseppe Pompili con “Le 7 Summits – La conquista possibile”.

La serata è presentata da Marco Cavallini. L’ingresso è libero.

Bolognese, nato nel 1963, Giuseppe Pompili ha scelto di coniugare il lavoro da ingegnere con la passione per i viaggi e le montagne. Alpinista non professionista, documentarista e fotografo, pratica lo scialpinismo, l’arrampicata e la corsa a piedi. Collabora con una rivista svizzera (Vivere la Montagna). E’ stato il terzo italiano, dopo Messner e Magliano, ad aver salito le Seven Summits, la più alta vetta di ciascun continente. Organizza e partecipa a viaggi e spedizioni in tutti i continenti: dalle Ande al Karakorum, dall’Africa all’Himalaya, dove negli ultimi anni si è dedicato alla scalata dei maggiori 8.000 (8 tentati su 14, di cui solo 3 lo hanno visto giungere sino in vetta: Cho Oyu, Everest e K2). Tra le principali realizzazioni alpinistiche ha effettuato la traversata con slitta e sci dell’ultimo grado di latitudine fino al Polo nord geografico nel 1997, la salita dell’Everest da solo lungo la cresta nord-est nel 2004 e quella al K2 nel 2014. Ha inoltre visitato un centinaio di paesi in giro per il mondo.

Pubblicato: 17 Novembre 2016