2 MANI ALLA CITTA’: DUE COMUNITA’ INSIEME PER RIQUALIFICARE L’EX MACELLO

Sabato 9 maggio a partire dalle ore 10.00

i volontari riqualificheranno un’area sporcata dai vandali.

Malvisi: “Invitiamo i cittadini a partecipare”

Fidenza, 2 maggio 2015 – E’ uno splendido esempio di cittadinanza attiva e di integrazione “2 mani alla città”: l’iniziativa che vede due comunità e due culture diverse unite per riqualificare un’area degradata della città.

Sabato 9 maggio, a partire dalle ore 10.00, i volontari del Centro culturale “Ennour” e di Progetto Link si metteranno al lavoro per ripulire i muri imbrattati dai vandali del retro dell’ex Macello e sistemare l’area verde adiacente.

Alle ore 12.30 si terrà un momento conviviale aperto a tutti con un pranzo in compagnia. Nel pomeriggio riprenderanno i lavori.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare. Per aderire all’iniziativa occorre inviare una mail all’indirizzo 2maniafidenza@gmail.com entro le ore 12.00 di giovedì 7 maggio.

 

E’ un messaggio importante alla città: è un esempio di come due realtà culturalmente molto diverse si siano unite per il bene di Fidenza. L’iniziativa è un esempio non solo di integrazione e coesione sociale ma soprattutto di cittadinanza attiva: i cittadini dedicano parte del loro tempo libero a prendersi cura della nostra città”, ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici, Davide Malvisi, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa.

Il Centro culturale Ennour si rivolge alle famiglie e ha intrapreso la strada della promozione sociale. Stiamo cercando di aprirci alla città e di renderci utili perché ci sentiamo parte integrante di Fidenza. L’idea è nata dai nostri ragazzi: sarà l’occasione per fare qualcosa di bello per la città, per farci conoscere e conoscere altre realtà. Speriamo che sia la prima di tante iniziative perché vogliamo cominciare a essere veramente Fidenza”, ha detto il presidente del Centro culturale “Ennour”, Youssef Rakibi.

E’ un’opera utile per la città dall’alto valore sociale: due culture e due religioni diverse, accumunate dalla volontà di contribuire a fare bella la città, che si trovano e invitano tutti i fidentini a partecipare. L’integrazione e l’interculturalità si fanno stando insieme e portando avanti iniziative insieme”, ha detto il vicepresidente di Progetto Link, Massimiliano Nuti.

Oggi Fidenza è una realtà nella quale convivono comunità con culture e religioni diverse della quale dobbiamo prendere atto. E’ un’iniziativa lodevole perché favorisce l’integrazione e la costruzione di un patto di cittadinanza”, ha detto il presidente del consiglio comunale, Amedeo Tosi.

E’ un’iniziativa molto positiva che oltre a favorire l’integrazione e la coesione sociale mostra il vero spirito del volontariato: fare qualcosa di utile per la comunità. E’ un esempio per tutti, perché chiunque può fare qualcosa per la città”, ha concluso l’assessore al Welfare, Alessia Frangipane.

Pubblicato: 02 Maggio 2015