1861-2011: 150 anni d'Italia
1861-2011: 150 anni d'Italia
  • Teatro Magnani e Municipio
  • Municipio (interno) e Ponte Romano
  • Bassorilievo del Duomo e Cortile ex convento Orsoline

EDIFICIO PERICOLANTE A CASTIONE, MODIFICHE TEMPORANEE ALLA VIABILITA'

images-2012-edificio castione 01-169x300

images-2012-edificio castione 02-300x169

Senso unico alternato di marcia sulla strada provinciale Due Ponti, nel centro abitato

 

Fidenza, 30 marzo 2017 – Si sono rese necessarie modifiche temporanee alla viabilità sulla strada provinciale Due Ponti, in località Castione Marchesi, per mettere in sicurezza pedoni e veicoli da un edificio pericolante che si trova al civico 125, nel centro abitato.

Il Comune di Fidenza aveva già assunto una prima ordinanza il 23 novembre 2016 nei confronti dell’Isvegi (Istituto Vendite Giudiziarie) in quel momento custode del bene e successivamente, dopo la restituzione dello stesso con provvedimento del giudice al proprietario, gli unici interventi comunque effettuati erano stati svolti dal Comune che aveva già impedito – con collocazione di apposita transennatura – l’accostamento laterale all’edificio in evidente stato di degrado e alla recinzione dell’area a verde pubblico antistante le vicine case a schiera.

Nonostante ciò, nessuno dei due soggetti obbligati ha ottemperato a quanto disposto con le ordinanze comunali.

In data 23 marzo u.s. il proprietario ha richiesto l'intervento della Polizia Municipale, sul posto è intervenuta anche una squadra dei vigili del Fuoco. Sentito il loro comando, i Vigili del Fuoco hanno ritenuto opportuno proporre anche un restringimento della carreggiata a tutela della pubblica incolumità. Il Comune è intervenuto immediatamente nella stessa serata del 23 marzo e nella giornata successiva ha completato, in accordo con la Provincia, gli interventi relativi.

E’ stato così istituito il senso unico alternato di marcia con regolamentazione della circolazione mediante impianto semaforico a terra. E' stato inoltre adottato il divieto di circolazione pedonale presso le aree adiacenti allo stabile. Nello stesso tratto di strada è stato istituito il limite di velocità di 30 km orari.

Nella giornata del 24 marzo, infine, sempre il Comune ha scritto alla Prefettura di Parma per la valutazione degli ulteriori adempimenti ai sensi dell’articolo 30 del Codice della Strada. Compete infatti al Prefetto di Parma ordinare la demolizione della struttura per motivi di sicurezza stradale.

 
www.fidenza.mobi