1861-2011: 150 anni d'Italia
1861-2011: 150 anni d'Italia
  • Teatro Magnani e Municipio
  • Municipio (interno) e Ponte Romano
  • Bassorilievo del Duomo e Cortile ex convento Orsoline

IL FOYER DEL TEATRO MAGNANI TORNA AL SUO ANTICO SPLENDORE

In fase di ultimazione il secondo stralcio della riqualificazione dello storico teatro cittadino

img-il-foyer-del-teatro-magnani-torna-al-suo-antico-splendore


Fidenza, 23 agosto 2008 Il Foyer del Teatro Magnani è tornato al suo antico splendore. Sono infatti in fase di ultimazione i lavori di riqualificazione dello storico teatro comunale, che per il secondo stralcio hanno visto il restauro conservativo del Foyer e la realizzazione di un montacarichi esterno nel cortile sul retro del teatro.
«Lintervento è segno della sensibilità dellAmministrazione verso uno dei più importanti gioielli architettonici della nostra città e fa seguito al primo grande restauro del 2004, ad inizio mandato ha spiegato lassessore ai Lavori pubblici, Sergio Varani - Il finanziamento ricevuto dalla Regione è il riconoscimento dellimportanza del Teatro Magnani non solo per Fidenza, ma per tutto il territorio delle Terre Verdiane».
I lavori, di importo pari a 100mila euro, costituiscono la seconda fase di un progetto triennale di riqualificazione del Teatro Magnani, per un impegno complessivo di 250mila euro. Il progetto, realizzato in continuità con limportante intervento di restauro della volta affrescata della platea realizzato nel 2004, è stato avviato nel 2006 ed è oggetto di cofinanziamento da parte della Regione Emilia Romagna per un importo di circa 65mila euro. Con il primo stralcio dei lavori, eseguito nel 2006 per un importo di 50mila euro, è stato realizzato un sistema automatizzato di controllo delle luci di emergenza e la messa a decoro dei camerini e del vano scala di accesso al Ridotto. Il terzo e ultimo stralcio, il cui progetto esecutivo è già stato approvato, sarà attuato nellestate 2009 e comporterà il restauro della facciata con ripristino di fregi, cornicioni, intonaci e tinteggi, nonché la ripassatura del manto di copertura e linformatizzazione della biglietteria.
Su progetto dellUfficio tecnico del settore Lavori pubblici, che ha diretto i lavori, le restauratrici Laura Della Volpe e Daniela Alberini hanno eseguito un restauro conservativo delle superfici decorate, sia pittoriche che a stucco, cartapesta e scagliola in finto marmo, del Foyer e di parte del Ridotto.
Le superfici decorate del Foyer si presentavano annerite e cavillate, con distacchi di pellicola pittorica ed erano fortemente rimaneggiate rispetto alle tinte originali delle decorazioni del XIX secolo ad opera dello scenografo Girolamo Magnani; si sono pertanto resi necessari interventi di pulitura, consolidamento, stuccatura e integrazione pittorica a punti con acquerelli di tipo mimetico.
Gli interventi hanno riportato alla luce le tinte originali dei due dipinti centrali del soffitto - rese opache dal tempo, dalla sporcizia e parzialmente coperte da ridipinture successive e hanno restituito loro vitalità e visibilità rispetto al contorno decorativo, anchesso ringiovanito dalla pulizia. Hanno riacquistato rilievo e il corretto senso decorativo anche le finiture a scagliola in finto marmo delle pareti e i sovraporta degli accessi alla platea e ai palchi, dei quali sono stati ritrovati i contrasti cromatici originali dei singoli elementi decorativi e architettonici. Si è inoltre effettuato un intervento di consolidamento dei distacchi gravi, di stuccatura delle crepe di maggiore visibilità e di conseguente integrazione pittorica sulle superfici decorate del Ridotto.
Nel cortile sul retro è stato realizzato un montacarichi esterno al fine di razionalizzare lintero processo di carico e scarico della strumentazione per lallestimento degli spettacoli: in questo modo le operazioni di allestimento delle scene vengono relegate nei soli spazi tecnici senza muoversi con materiali ingombranti allinterno della platea e del Foyer. Lintervento ha previsto la demolizione della preesistente scala in cemento armato e il suo rifacimento con una struttura in carpenteria metallica conforme alle normative vigenti in materia di sicurezza.
«La prossima estate, con il terzo stralcio, porteremo a termine questo grande progetto di restauro del nostro splendido teatro anche in vista delle celebrazioni del 2011, previste per i 150 anni dallinaugurazione del teatro. Per loccasione, stiamo valutando la possibilità di procedere al recupero di alcuni scenari originali realizzati da Girolamo Magnani che necessitano di opere di restauro per lesposizione al pubblico», ha concluso lassessore Varani.

 
www.fidenza.mobi